Nell’estate 2018 l’Associazione Anima Libera ha partecipato al bando “B CIRCULAR FIGHT CLIMATE CHANGE”, elaborato dalla Fondazione punto.sud e sostenuto da Fondazione Cariplo e Fondazione CON IL SUD – che si inserisce all’interno del progetto di 3 anni “There isn’t a PLANet B!”, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma DEAR (Development Education and Raising Awareness), il cui obiettivo è il rafforzamento della consapevolezza dei cittadini europei sui cambiamenti climatici e su ciò che ciascuno può fare per mitigarne gli effetti, attraverso stili di vita sostenibili e consumi consapevoli.

Il progetto, che viene selezionato, è la “Sandalia Sustainability School- Scuola della Sostenibilità”, una Scuola itinerante – principalmente per studenti delle Scuole Secondarie di I e II Grado – che propone corsi teorici, laboratori esperienziali, proiezioni cinematografiche con dibattiti, alfabetizzazione audiovisiva, e alla fine del percorso la realizzazione di un documentario partecipativo, il tutto finalizzato alla promozione di stili di vita sostenibili, portando consapevolezza sull’interdipendenza globale e il ruolo fondamentale di ciascuno nel mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. I temi cui si darà priorità sono : produzione e consumo di cibo consapevoli, utilizzo consapevole di materiali e oggetti, consapevolezza sui consumi energetici.

Il percorso proposto si caratterizza nell’offerta di campi Estivi della durata di 10 giorni che saranno attivi sul territorio con la guida degli esperti della Sandalia Sustainability School, durante i quali saranno proposti laboratori teorici e pratici per la formazione di giovani Filmmaker Promotori della Sostenibilita’: i partecipanti realizzeranno video e documentazioni su realtà sostenibili e non sostenibili attinenti i temi specifici dei consumi consapevoli. Le ragazze e i ragazzi effettueranno un pre-montaggio partecipativo delle clips da loro stessi realizzate, e il risultato finale sarà un documentario che rappresenta diversi territori sardi, con i loro aspetti poco sostenibili e sostenibili, visti dagli occhi delle ragazze e dei ragazzi. Le attività si svolgono in 6 Comuni della Sardegna.